Associazione Nazionale Arma Cavalleria Sezione Genova


UOMINI & FATTI STORICI

Gli eroi ignorati dell'ultima carica di cavalleria


TORINO, 11 settembre 1943. I tedeschi hanno da poco occupato la città e stanno deportando i soldati italiani sbandati dopo l'armistizio del giorno 8. Sono quasi le tre del pomeriggio quando fra corso Stupinigi (oggi corso Turati) e via Sacchi, all'altezza del cavalcavia di corso Sommelier, compare una colonna di dragoni del Nizza Cavalleria..


Prima Guerra Mondiale - Le portatrici Carniche


Dotate di un apposito bracciale rosso con stampigliato il numero del reparto da cui dipendevano, erano adibite per i rifornimenti sino alle prime linee..


Prima Guerra Mondiale - Battaglia di Pozzuolo del Friuli 29-30 ottobre 1917 - Festa dell’Arma di Cavalleria.
In seguito alla rottura del fronte italiano a Caporetto la situazione della 3 Armata italiana, schierata sul basso Isonzo, diventò critica.


Prima Guerra Mondiale - L’Assalto al Castelletto.
Il Castelletto (2656 m) è la torre vicina alla Tofana di Rozes. Il Comando Italiano di settore prese la decisione di far saltare il Castelletto.


Prima Guerra Mondiale - Monfalcone.
Le truppe italiane entrarono a Monfalcone il 9 giugno 1915.


Prima Guerra Mondiale - La festa dei Ceri.
I soldati Eugubini del 51 reggimento e la Festa dei Ceri.


Seconda Guerra Mondiale - Maggiore Pilota PIETRO SERINI.
Si rendono i Supremi Onori Militari alla Perenne Memoria del Pluridecorato M.O.V.M. Maggiore Pilota PIETRO SERINI Asso della Regia Aeronautica con 11 velivoli avversari abbattuti.


Prima Guerra Mondiale - Soldati durante il rancio.
Il Rancio durante la Grande Guerra. A proposito di cucina italiana ecco i soldati durante un rancio.


Prima Guerra Mondiale - Uomini, Soldati, Eroi.
La costruzione di una strada attraverso la valle del Fiume Tolmin da parte di ingegneri Austroungarici anno 1916.


Prima Guerra Mondiale - La carneficina dell’Ortigara.
Uomini, Soldati, Eroi 10 Giugno 1917. Il "Calvario degli Alpini".


Seconda Guerra Mondiale - La vera storia di Bella Ciao.
E' una canzone che non è mai stata dei partigiani, come molti credono, però molto popolare.


Prima Guerra Mondiale - 2 Reggimento Alpini Battaglione Val Maira.
2 Reggimento Alpini, Battaglione Val Maira 217, 218 e 219 Compagnia anno 1915.


Prima Guerra Mondiale - 1 Reggimento Alpini.
1 Reggimento Alpini, Battaglione Monte Clapier 114, 118 e 119 Compagnia anno 1916.


Prima Guerra Mondiale - Capitano Fulco Ruffo Di Calabria.
Si rendono i Supremi Onori Militari alla Perenne Memoria del Pluridecorato M.O.V.M. Capitano Fulco Ruffo Di Calabria.


Prima Guerra Mondiale - Il Soldato dimenticato.
I Reggimenti di Fanteria durante la Grande Guerra - Fanteria - 257 e 258 Reggimento, Brigata Tortona.


Il Pastore Maremmano-Abruzzese
L’utilizzo dei cani sulle cime delle montagne nella Grande Guerra.


Giorgio PERLASCA
L’Italiano che salvò cinquemila ebrei con le sue geniali bugie.


Enelio FRANZONI
Tenente Cappellano Militare, 79 Reggimento Fanteria della Divisione Pasubio.


ARMIR e CSIR
Il diario
Diario di un Ligure partito per il fronte Russo nel 1942.


La Bandiera
La storia
Tre giorni prima della proclamazione del Regno d’Italia, il Tricolore viene assunto come vessillo ufficiale del nuovo Stato.


Evoluzione organica della cavalleria italiana
La storia
La cavalleria italiana trae origine dalla cavalleria dell’esercito sardo.


Reggimento Cavalleggeri Treviso 28
La storia
Il Reggimento fu costituito il 1 ottobre 1909, sulla forza di cinque squadroni, stato maggiore e deposito.


CAVALIERI A NIKOLAJEWKA
Parte prima
Parte seconda


Pietro Amani
Testimonianza di Pietro Amani, Fante dell’82esimo Reggimento Fanteria, Divisione Torino.


Paolo Gerometta
(Venezia, 7 settembre 1955) è un generale italiano, originario da parte di padre di Anduins (una frazione della Val d’Arzino) e da parte di madre di Casarsa della Delizia, entrambe in provincia di Pordenone.


Giorgio Carlo Calvi
(Atene, 15 marzo 1887 - Roma, 25 febbraio 1977) è stato un generale italiano, conte Calvi di Bèrgolo e marito della principessa Iolanda di Savoia.


Filiberto Cecchi
(Genga, 25 gennaio 1944) è un generale italiano, ex capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano.


Dardano Fenulli
(Reggio nell'Emilia, 3 agosto 1889 - Roma, 24 marzo 1944) è stato un generale e partigiano italiano, operante nel Fronte militare clandestino e caduto nell’eccidio delle Fosse Ardeatine.


Federico Ferrari Orsi
(Rivoli, 18 dicembre 1886 - Deir el Munassib, 18 ottobre 1942) è stato un generale e calciatore italiano, decorato di medaglia d’oro al valor militare alla memoria nel corso della seconda guerra mondiale.


Eugenio Emanuele Giuseppe Maria Paolo Francesco Antonio di Savoia-Villafranca-Soissons
(Parigi, 14 aprile 1816 - Torino, 15 dicembre 1888) III conte di Villafranca e principe di Carignano dal 22 aprile 1834.
Figlio di Giuseppe Maria e di Pauline de Quelen de Vauguyon, era cugino di Carlo Alberto di Savoia, il quale a posteriori rese legittime le nozze morganatiche dei suoi genitori.


Francesco Baracca
(Lugo o San Potito, 9 maggio 1888 - Nervesa della Battaglia, 19 giugno 1918) è stato il principale asso dell’aviazione italiana e medaglia d’oro al valor militare nella prima guerra mondiale, durante la quale gli vengono attribuite trentaquattro vittorie aeree.


Fulcieri Paulucci
(Forlì, 1893 - Saanen, 28 febbraio 1919) è stato un militare italiano, volontario di guerra e decorato di medaglia d’oro al valor militare.
Il cognome si trova anche nella forma Paolucci di Calboli, Paulucci de Calboli oppure Paolucci e Paulucci de' Calboli.


Giuseppe Izzo
(Presicce, 23 maggio 1904 - Roma, 19 maggio 1983) è stato un generale italiano decorato di Medaglia d’oro al valor militare a vivente durante la seconda guerra mondiale.


Ranieri di Campello
(Spoleto, 21 settembre 1908 - Campello, 29 maggio 1959) è stato un militare italiano.
Nato dal conte Pompeo di Campello, senatore del Regno d’Italia, e della principessa Guglielmina Boncompagni Ludovisi, dama di corte della regina Elena di Savoia, iniziò una promettente carriera nell’equitazione, gareggiando anche alle Olimpiadi di Berlino del 1936, dove una caduta ne troncò il seguito.


Elia Rossi Passavanti
(Terni, 5 febbraio 1896 - Terni, 11 luglio 1985) è stato un militare e politico italiano.
Fu podestà della città di Terni nonchè storico locale.
E' stato uno dei due soli italiani ad essere decorato di Medaglia d’Oro al Valor Militare sia nella Prima che e Seconda guerra mondiale.


Cap. Ferruccio Dardi
Era nato a Trieste nel 1912. Nel 1935 viene nominato Tenente nei Cavalleggeri di Saluzzo. Ottimo cavaliere, partecipa con successo a numerose competizioni di livello europeo ed olimpico.


Ten. Colonnello Massimiliano Custoza
(1897-1942) Comandante un gruppo squadroni del Reggimento "LANCIERI DI NOVARA" (5) - Fronte Russo 1942.


Amedeo Guillet
detto Comandante Diavolo, ma noto anche con lo pseudonimo di Ahmed Abdallah Al Redai (Piacenza, 7 febbraio 1909 - Roma, 16 giugno 2010), è stato un ufficiale, guerrigliero e diplomatico italiano.


Alessandro Bettoni Cazzago
(Brescia, 7 novembre 1892 - Roma, 28 aprile 1951) è stato un cavaliere italiano, militare di carriera partecipò ai Giochi olimpici di Londra 1948 ed è l’atleta italiano che vanta il maggior numero di partecipazioni a concorsi ippici internazionali e nazionali.


Silvano Abba
(Rovigno, 3 luglio 1911 - Isbuscenskij, 24 agosto 1942) è stato un pentatleta e militare italiano.


Associazione Nazionale Arma di Cavalleria
Sezione Ligure San Giorgio Genova
Nucleo Cavalleria Genova ODV
CF.95214180101
Corso Aurelio Saffi n.1 int.3 - 16128 Genova
email: info@anacgenova.it
***